A Made in Italy fund il 60% di Rosantica

Il fondo di private equity gestito e promosso da Quadrivio & Pambianco ha acquisito rilevato la maggioranza della realtà italiana specializzata nella creazione e produzione di accessori e borse gioiello. Il deal si pone come obiettivo quello di sostenere lo sviluppo del business, attraverso un aumento di capitale finalizzato a rafforzare i canali retail ed e-commerce

Made in Italy fund rileva la maggioranza di Rosantica. Nello specifico, il fondo di private equity gestito e promosso da Quadrivio & Pambianco ha acquisito il 60% della realtà italiana specializzata nella creazione e produzione di accessori e borse gioiello.

“Rosantica è oggi un brand per lo stile unico e sofisticato dei suoi prodotti, risultato di una straordinaria attenzione ai dettagli e di una grande ricerca nell’uso delle forme e dei materiali con cui vengono realizzati gli accessori”,si legge in una nota del marchio fondato nel 2010 su iniziativa di Michela Panero.

Rosantica rappresenta il secondo investimento del fondo nel segmento moda, a due anni di distanza dall’acquisizione di 120%lino, azienda italiana attiva nella produzione di capi in lino e fibre naturali. L’operazione è stata realizzata attraverso il veicolo Fine Sun, lo stesso che controlla 120%lino, al fine di sfruttare al meglio le molteplici sinergie tra i due brand.

Mauro Grange, già ceo di 120%lino, ricoprirà lo stesso ruolo anche in Rosantica. “Sono molto felice di questa recente acquisizione e dell’intesa nata con Michela Panero, che porterà grande valore al nostro gruppo. 120%lino e Rosantica sono aziende che si integrano perfettamente tra loro per management, prodotto e distribuzione. In particolare, sui mercati internazionali dove 120%lino è ogni giorno sempre più presente. Con questa acquisizione confermiamo la nostra vocazione nel trovare grandi eccellenze del made in Italy e valorizzarle internazionalmente”, ha affermato Grange.

L’attuale modello distributivo di Rosantica è principalmente rivolto ai canali wholesale e online. Le collezioni sono oggi in vendita presso insegne come HarrodsSelfridges e Browns Fashion a Londra, Saks 5th avenue a New York e Lane Crawford On Pedder in Asia. Il brand vanta una significativa presenza anche online, dove è distribuito da colossi dell’e-commerce come Net-a-porterMatchesfashion e LuisaViaRoma.

“Credo che con l’ingresso dei nuovi soci, Rosantica potrà avvalersi delle competenze di figure manageriali di alto livello in grado di supportare la crescita e lo sviluppo del brand. Sono felicissima di questa unione e di avere la possibilità di continuare a valorizzare il made in Italy, insieme a Made in Italy Fund”, ha sottolineato Panero.

L’operazione di investimento si pone come obiettivo principe quello di sostenere ulteriormente lo sviluppo del business, attraverso un aumento di capitale finalizzato a rafforzare i canali retail  ed e-commerce, nonché a promuovere il brand a livello internazionale.

Fonte: Mffashion.com