Credito: Fondo Mf1 finanzia 4 mln di microimprenditori
4051
single,single-post,postid-4051,single-format-standard,edgt-core-1.1.1,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,vigor-ver-1.4, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

Credito: Fondo Mf1 finanzia 4 mln di microimprenditori

Fonte: LiberoQuotidiano.it

Milano, 31 ago. (AdnKronos) – Quattro milioni di microimprenditori finanziati, oltre a 11.145 piccole e medie imprese, in oltre 86 paesi emergenti e in via di sviluppo. E’ il bilancio del fondo Microfinanza 1, realizzato e gestito da Quadrivio Capital Sgr e partecipato dalla Fondazione Cariplo, che lo ha inserito nel portafoglio dei propri Mission Connected Investments.

Il fondo, partito nel 2010, ha un capitale sottoscritto di 84 milioni di euro (di cui 70 milioni di euro da parte di Fondazione Cariplo) e ha realizzato una plusvalenza di 3,5 milioni di euro, di cui 1,5 milioni di euro solo nel primo trimestre 2015.

Il fondo si prefigge di conservare il valore del capitale investito, offrire una remunerazione non speculativa (idealmente almeno pari al 2% oltre al tasso di inflazione europeo) e contribuire allo sviluppo della micro e piccola impresa personale e collettiva.

Tutto questo principalmente ma non esclusivamente grazie all’intervento di intermediari finanziari locali, che, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, offrono un insieme di servizi finanziari ad individui a basso reddito, principalmente allo scopo di supportarli nella creazione ed espansione di un’attività imprenditoriale.

Il fondo sta crescendo : il Tvpi – Total Value to Paid In, al 31 marzo 2015, del Fondo Microfinanza 1 è di 1,06x, contro l’1,03x di fine 2014. Oltre il 70% dei prestiti in essere è stato concesso a donne e, in oltre il 50% dei casi a persone residenti in zone rurali. Il valore medio dei finanziamenti concessi ai microimprenditori è, inoltre, piuttosto modesto: circa 1.700 euro.

“La Fondazione ha adottato un approccio ispirato a criteri di responsabilità sociale al fine di evitare incoerenze con la propria attività istituzionale”, spiega Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo.

L’approccio adottato permette anche, sottolinea Guzzetti, di “contenere i rischi finanziari a lungo termine derivanti dall’investimento in strumenti finanziari emessi da Stati o società di capitali caratterizzate da condotte gravemente lesive della dignità umana e dell’ambiente o coinvolti in produzioni di armi nucleari e di distruzione di massa”.

Per Guzzetti però “questo non basta”, dato che “le Fondazioni di origine bancaria, così come l’insieme dei soggetti filantropici, si trovano a gestire una fase di profonda innovazione. Nella quale viene ripensato il concetto di erogazione a fondo perduto”, e quindi “gli investimenti del patrimonio possono rappresentare una seconda, forte leva complementare per sostenere attività ed idee che meritano essere realizzate”.

 

Fonte: LiberoQuotidiano.it

D-Orbit, la startup italiana operante nel settore spaziale in particolare nell’ambito del recupero di satelliti spaziali (decommissioning), annuncia il closing di un nuovo round di investimento. Nessuna disclosure sulle cifre. – See more at: http://it.startupbusiness.it/news/d-orbit-startup-spaziale-chiude-un-nuovo-round-con-quadrivio-capital-e-como-venture#sthash.YtFf90YH.dp