Boutique finanziarie a caccia di alternativi
4503
single,single-post,postid-4503,single-format-standard,edgt-core-1.1.1,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,vigor-ver-1.4, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

La biotech Tensive si aggiudica 500 mila euro da Invitalia e Unicredit

Tensive, startup biomedicale nata nel 2012 come spin-off della Fondazione Filarete per produrre protesi innovative per la ricostruzione del seno, si è aggiudicata un round di investimento da 500 mila euro da parte del fondo Italia Venture I di Invitalia Ventures sgr e da parte di Unicredit (si veda qui il comunicato stampa).

Con questo investimento, Tensive ha raccolto complessivamente 1,9 milioni di euro dagli investitori. Tensive tra i suoi azionisti conta per esempio Seedlab  (si veda altro articolo di BeBeez), incubatore partecipato dal fondo TTVenture gestito da Quadrivio sgr e che confluirà sotto la gestione della nuova joint venture dell’sgr con Intesa Sanpaolo. La startup nell’ottobre 2014, insieme ad altre tre società, aveva vinto il primo bando diUnicredit StartLab (si veda altro articolo di BeBeez).

Tensive è impegnata nello sviluppo di “Regenera”, la protesi basata su un biomateriale sintetico biodegradabile dotato di porosità interne e micro canali che replicano l’architettura dei vasi sanguigni. Una tecnologia innovativa che ha l’obiettivo di innescare un processo rigenerativo del tessuto adiposo mentre il biomateriale sintetico delle protesi si degrada progressivamente. Il prodotto, non ancora testato sull’uomo, è in fase di studio pre-clinico.

Per questo investimento, Invitalia Ventures è stata assistita dal supporto tecnico di uno dei suoi più importanti partner strategici, l’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST) srl.

Invitalia Ventures sgr ha da poco annunciato (si veda qui il comunicato stampa) di aver ricevuto una nuova sottoscrizione da 5 milioni di euro per il  suo fondo di coinvestimento Italia Venture I. Il nuovo sottoscrittore è Fondazione di Sardegna, tra le fondazioni bancarie più attive negli investimenti in innovazione, che proprio insieme a Invitalia Ventures, oltre che con Innogest, di recente ha partecipato al round di investimento da 3 milioni in Sardex, primo circuito di credito commerciale nato in Sardegna (si veda altro articolo diBeBeez).

Con la sottoscrizione di Fondazione Sardegna sale a 65 milioni la raccolta del fondo di Invitalia, che ha tra i propri investitori la multinazionale americana Cisco e Metec (Gruppo Ginatta). Il target del fondo è fissato a 100 milioni.

Fonte: Bebeez.it

Leggi l’articolo

D-Orbit, la startup italiana operante nel settore spaziale in particolare nell’ambito del recupero di satelliti spaziali (decommissioning), annuncia il closing di un nuovo round di investimento. Nessuna disclosure sulle cifre. – See more at: http://it.startupbusiness.it/news/d-orbit-startup-spaziale-chiude-un-nuovo-round-con-quadrivio-capital-e-como-venture#sthash.YtFf90YH.dp