Matrimonio tra acceleratori di imprese: M31 compra SeedLab

Fonte: ilSole24Ore

ilsole24ore-1

SeedLab, programma di accelerazione per nuove imprese a carattere tecnologico (come ad esempio Tensive, vincitore del Premio Marzotto 2015), è stato acquisito al 100% da M31, tra le massime realtà italiane per la creazione, incubazione e accelerazione di imprese technology-based.

Il programma SeedLab nasce come percorso di accelerazione del fondo di venture capital TT Venture gestito dal Gruppo Quadrivio, uno dei principali investitori italiani in Private Equity. Il passaggio di SeedLab a M31 – spiega una nota – “è teso ad assemblare esperienze e competenze al fine di creare un soggetto che divenga il campione italiano nel settore early stage, unendo due storie di successo nella, creazione, finanziamento e sviluppo di imprese tecnologiche”.

M31 ha un team di 100 collaboratori e 5 sedi tra Italia e Silicon Valley. SeedLab valorizza soprattutto imprese legate alla conoscenza scientifica. Il percorso intensivo di tre mesi dedicato all’apprendimento del business management, alla mentorship da parte di esperti di settore, e alla costruzione del team imprenditoriale, conta tra i suoi alumni Tensive, pluripremiata azienda nata dalla Fondazione Filarete di Milano che sviluppa protesi canalizzate che potranno sostituire gli impianti ora in uso per le mastoplastiche. Di recente ha vinto il premio Marzotto 2015. C’è poi Neuron Guard, startup biomedica modenese che sviluppa un dispositivo portatile per “congelare i neuroni” a seguito di traumi, che ha appena vinto a Berkeley il premio Intel Global Challenge e sta raccogliendo capitali per proseguire lo sviluppo.

Milky Way, piattaforma di rete per appassionati di sport estremi, ha raccolto dal Venture Capital italiani e business angels privati 720 mila euro di finanziamenti.

WIB, azienda di Palermo creatrice di vending machine evolute, con 750 mila euro raccolti rappresenta il più grande successo di crowdfunding in Italia.

SEM+, impresa che sviluppa sistemi di touch screen flessibili, è stata proiettata in Silicon Valley dove ha raccolto un round di finanziamento di ben 500 mila euro, ed è ancora in forte crescita. Epinova, spinoff dell’Università del Piemonte Orientale tra i vincitori l’anno passato del Premio.

Fonte: ilSole24Ore.com