Made in Italy Fund di Quadrivio & Pambianco brinda con il vino Prosit - Alessandro Binello
4862
single,single-post,postid-4862,single-format-standard,edgt-core-1.1.1,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,vigor-ver-1.4, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

Made in Italy Fund di Quadrivio & Pambianco brinda con il vino Prosit

Made in Italy Fund, fondo di private equity di Quadrivio & Pambianco, ha investito in Prosit, azienda italiana del settore vitivinicolo (si veda qui il comunicato stampa). Secondo Unquote, il fondo avrebbe rilevato l’80% della società. A vendere è stato il fondatore di Prosit, Sergio Dagnino, che sarà affiancato da una squadra manageriale con contatti commerciali già consolidati e di primario standing nel comparto vitivinicolo e sta già attivando partnership con imprenditori che entreranno a far parte della società.

Per gli aspetti legali Quadrivio & Pambianco è stata assistita dallo Studio Pedersoli,  mentre l’operazione, lato Prosit, è stata seguita dallo Studio DLA Piper. Lo scopo dell’operazione è la creazione di un polo di cantine italiane di fascia premium e super premium da oltre 100 milioni di fatturato, attraverso l’acquisizione di cantine italiane a gestione familiare orientate ai mercati internazionali. L’obiettivo ultimo per il fondo è creare a un portafoglio di vini rappresentativi delle eccellenze vitivinicole italiane: marchi complementari e sinergici da esportare in tutto il mondo. La prima società a entrare a far parte del Gruppo Prosit è stata la pugliese Torrevento e la seconda la veneta Collalbrigo Grandi Vini.

Sergio Dagnino, amministratore delegato di Prosit, ha spiegato: “Il nostro obiettivo è valorizzare i marchi di aziende familiari, con elevato potenziale, affiancando l’imprenditore e apportando all’interno delle aziende partner le necessarie risorse manageriali e finanziarie. Alcuni importanti gruppi privati e grandi aziende cooperative, a cui va il merito di aver costruito la leadership italiana nel mondo, riescono ad affrontare la competizione internazionale grazie alle dimensioni raggiunte. PROSIT mira a creare un Gruppo di aziende, selezionate tra quelle con un alto posizionamento, in grado di affrontare la competizione internazionale grazie e precisi piani di sviluppo e di investimento sul mercato, con la finalità di ampliarne la distribuzione nel mondo”. Francesco Liantonio, presidente di Torrevento e membro del Cda di Prosit, ha affermato: “Dar vita a una partnership con Prosit per noi è una grande opportunità di crescita e di consolidamento del nostro brand nel mondo”, mentre Francesco Cosulich, proprietario di Collalbrigo Grandi Vini, ha aggiunto“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di Prosit perché vediamo tali elementi e condividiamo una visione di lungo termine per la valorizzazione delle eccellenze del territorio, che possa creare valore sia per le aziende del Gruppo che per gli investitori di Prosit”. 

Prosit è stata fondata da Sergio Dagnino, manager di grande rilievo con pluriennale esperienza direttiva in gruppi leader italiani. Torrevento è un’azienda vitivinicola pugliese di fascia premium, con i suoi 12 milioni di euro di fatturato (di cui l’80% proveniente dall’export). Collalbrigo Grandi Vini è una storica azienda del Prosecco collocata nel cuore del comprensorio della DOCG di Conegliano-Valdobbiadene. Azienda da sempre vocata all’export, soprattutto negli Usa e nel Regno Unito, Collalbrigo si fregia di una clientela di ristorazione di alto livello ed è fornitore ufficiale del Prosecco del Gruppo Cipriani.

Walter Ricciotti, managing partner di Quadrivio & Pambianco, ha commentato: “Il comparto vitivinicolo in Italia è oggi al primo posto nell’agroalimentare italiano per fatturato estero e rappresenta il 10% del fatturato totale. Questo settore è oggi vero ambasciatore del Made in Italy nel mondo. Le imprese che ne fanno parte si trovano a giocare la propria partita in un contesto di forti cambiamenti e di incredibili prospettive future: il nostro obiettivo è quello di dare loro le risorse per sostenere un importante percorso di sviluppo, soprattutto internazionale, nonché di condividere le strategie economico-commerciali”.

Si tratta della prima operazione del fondo nel settore alimentare. Made in Italy Fund è il fondo di private equity promosso e gestito da Quadrivio & Pambianco, dedicato a investimenti nei settori moda, design, bellezza e agroalimentare. Il management team è composto da Alessandro Binello, Walter Ricciotti, David Pambianco, Alessio Candi e Mauro Grange. Nel board è presente anche Alessio Rossi, presidente dei Giovani Industriali. A oggi il fondo ha investito nei settori del Fashion e del Design, acquisendo la maggioranza di 120% Lino nell’ottobre 2018 (si veda altro articolo di BeBeez) e di Mohd questo mese (si veda altro articolo di BeBeez). Il fondo ha un target di raccolta di 200 milioni di euro e a oggi ne ha già raccolti la metà (si veda altro articolo di BeBeez).

Fonte: bebeez.it