Made in Italy Fund di Quadrivio & Pambianco compra l’enoteca online Xtrawine

Made in Italy Fund, veicolo gestito e promosso da Quadrivio & Pambianco, ha rilevato Xtrawine, digital company specializzate nella distribuzione di vini tramite il canale online (si veda qui il comunicato stampa).

A venderla sono stati i fondatori Alessandro Pazienza, Stefano Pezzi, Francesco Rattin e Massimo Pompinetti. Il management attuale rimarrà all’interno dell’azienda, garantendo una continuità gestionale, affiancato dal Fondo e supportato da nuove figure specializzate, che verranno inserite nel team.

Per gli aspetti legali e fiscali dell’operazione, Quadrivio & Pambianco è stata assistita da Legance. La due diligence contabile e la business due diligence sono state condotte da PwC. Advisor per l’operazione lato venditore è stato Stefano Babini.

Xtrawine è stata fondata nel 2009 a Forlì su iniziativa di quattro imprenditori uniti dalla passione per le nuove tecnologie e dalla consapevolezza delle grandi potenzialità legate allo sviluppo dei canali digitali: Alessandro Pazienza, Stefano Pezzi, Francesco Rattin e Massimo Pompinetti. Oggi conta oltre 8 mila etichette ed è presente a livello internazionale. Xtrawine si rivolge principalmente al mercato B2C e realizza oltre la metà del fatturato all’estero, in particolare a Hong Kong, nel Regno Unito, in Germania e in Francia. L’azienda ha chiuso il 2020 con un fatturato di 10,8 milioni di euro e un ebitda di 0,5 milioni di euro, registrando una crescita del 100% rispetto all’anno precedente.

L’acquisizione della società da parte di Made in Italy Fund è volta a promuovere e rafforzarne il posizionamento di Xtrawine, al fine di creare un operatore di settore internazionale. In un’ottica di espansione sono previste aperture commerciali anche in Svizzera e nel Regno Unito. Tra le leve per lo sviluppo, vi è anche la volontà di continuare a investire in tecnologia, rafforzando la piattaforma web, che è già in grado di offrire un sistema di rating per i prodotti e di comparazione prezzi, oltre a una serie di servizi al cliente e contenuti on topic.

Il ceo di XtraWine Alessandro Pazienza ha commentato: “Sin da subito abbiamo percepito con il fondo, una comunione di intenti e di strategie che ha reso fluido tutto il processo di partecipazione societaria. In questi ultimi 11 anni abbiamo lavorato tanto, abbiamo affrontato tante difficoltà e vinto sfide che sembravano insuperabili. Abbiamo ambizioni forti e necessitiamo di un partner forte, siamo convinti di averlo trovato in Quadrivio & Pambianco. Entrambi abbiamo una visione globale del business e metteremo a fattor comune, sin da subito, tutto il reciproco know-how per avviare un piano di internazionalizzazione che vedrà il brand Xtrawine sempre più forte in Europa e in Asia. Non da ultimo, confidiamo di aver trovato il partner per realizzare il nostro più grande sogno, aprire una sede in Usa”.

Xtrawine rappresenta il decimo investimento di Made in Italy Fund, veicolo che investe nelle eccellenze del Made in Italy, che sempre nel settore alimentare detiene in portafoglio l’azienda italiana del settore vitivinicolo Prosit (si veda altro articolo di BeBeez), che nel maggio scorso a sua volta ha rilevato Votto Vines, società americana che importa e distribuisce i migliori vini internazionali (si veda altro articolo di BeBeez).

Nei giorni scorsi Made in Italy Fund ha acquisito la maggioranza di Autry e Ghoud, aziende italiane specializzate nella produzione di sneaker (si veda altro articolo di BeBeez). Nel dettaglio, Autry e Ghoud convergeranno nel gruppo industriale guidato da Mauro Grange, che fa capo al veicolo Fine Sun, di cui oggi fanno parte altre tre aziende rilevate in precedenza da Made in Italy Fund: 120%Lino, azienda italiana leader nella produzione di capi in lino e fibre naturali; Rosantica, marchio specializzato nella produzione di borse gioiello e accessori preziosi; Dondup, realtà che produce abbigliamento in denim. Le altre aziende in portafoglio a Made in Italy Fund sono: MOHD, azienda italiana attiva nella vendita e nella distribuzione online di arredamento di alta gamma (si veda altro articolo di BeBeez); il produttore italiano di dermocosmetici di alta gamma Rougj (si veda altro articolo di BeBeez).

Contestualmente all’acquisizione di Dondup, Made in Italy Fund ha annunciato nel marzo scorso di aver portato l’obiettivo di raccolta da 200 a 300 milioni di euro (si veda altro articolo di BeBeez). Il fondo, che investe in pmi italiane operanti nei settori moda, agroalimentare, design e bellezza, è stato in lanciato da Quadrivio Group in joint venture con Pambianco Strategie d’Impresa nell’ottobre 2018 (si veda altro articolo di BeBeez).

Fonte: bebeez.it