Moda, Made in Italy Fund al bis: rilevati gli accessori Rosantica

A Quadrivio e Pambianco il 60% dell’azienda che piace alle star del cinema
Integrazione in vista con 120%lino, l’altro brand del settore già in portafoglio

Made in Italy Fund, fondo di private equity gestito e promosso da Quadrivio & Pambianco, rileva il 60% di Rosantica, realtà italiana specializzata nella creazione e produzione di accessori e borse gioiello, utilizzate anche da star del cinema e della musica come Beyoncé.

Fondata nel 2010 su iniziativa di Michela Panero, Rosantica rappresenta il quinto investimento del fondo e il secondo nel segmento moda, a due anni di distanza dall’acquisizione di 120%lino, azienda italiana leader nella produzione di capi in lino. L’operazione è stata realizzata attraverso il veicolo Fine Sun, lo stesso che controlla 120%lino, al fine di sfruttare al meglio le sinergie tra i due brand. Mauro Grange, già Ceo di 120%lino, ricoprirà lo stesso ruolo anche in Rosantica. «120%lino e Rosantica sono aziende che si integrano perfettamente, in particolare sui mercati internazionali dove 120%lino è sempre più presente» indica Grange.

Nel 2019, Rosantica ha realizzato ricavi per oltre 3 milioni: raddoppiando il fatturato negli ultimi 2 anni, con un Ebitda margin di oltre il 35%. L’attuale modello distributivo di Rosantica è principalmente rivolto ai canali wholesale e on-line.

Gran parte del fatturato del gruppo deriva da retailer online internazionali: tra cui Harrods, Selfridges e Browns Fashion a Londra, ma anche Saks 5th a New York e Lane Crawford e On Pedder in Asia: con vendite all’estero pari al 90% del giro d’affari. Il nuovo piano del management prevede di quadruplicare le vendite nei prossimi 5 anni, anche con il lancio di boutique retail dirette e della piattaforma di e-commerce a partire dal 2021.

L’investimento si pone come obiettivo quello di sostenere ulteriormente lo sviluppo del business, attraverso un aumento di capitale finalizzato a rafforzare i canali retail ed e-commerce, nonché a promuovere il brand a livello internazionale. « Il nostro obiettivo è consolidare il posizionamento del brand e accrescerne la riconoscibilità e la credibilità a livello internazionale» indica Walter Ricciotti, amministratore delegato di Quadrivio Group, dove è partner anche l’imprenditore Alessio Rossi.

Per gli aspetti legali Quadrivio & Pambianco è stata assistita dallo studio Pedersoli. La due diligence contabile e fiscale è stata condotta da Ey. Rosantica è stata invece assistita da K&L Gates. Advisor dell’operazione, lato venditore, sono stati lo studio Barbara Giannelli e Laura Terenzi.

Fonte: ilSole24Ore