Nasce “Made in Italy Fund”, prima operazione la maggioranza di 120% Lino - Alessandro Binello
4744
single,single-post,postid-4744,single-format-standard,edgt-core-1.1.1,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,vigor-ver-1.4, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.2,vc_responsive

Nasce “Made in Italy Fund”, prima operazione la maggioranza di 120% Lino

Q Group & Pambianco presentano il nuovo fondo di private equity Made in Italy Fund. E l’esordio coincide con una prima operazione, l’acquisizione della maggioranza di Palladium Moda, azienda cui fa capo il marchio 120% Lino.

Il nuovo fondo si posiziona come un unicum nel panorama italiano del private equity, sia per la focalizzazione su specifici settori sia per il target d’investimento, costituito dalle imprese medio-piccole. L’obiettivo è infatti di agire da strumento di valorizzazione della filiera del made in Italy, puntando a investire in PMI con grande potenziale di crescita e attive nei settori moda, design, beauty e food. Oggi, infatti, questa tipologia di impresa si trova a giocare la propria partita in un contesto sempre più competitivo e presidiato dai grossi gruppi multinazionali, e non sempre gli imprenditori che le guidano hanno le capacità e le risorse per intraprendere un forte percorso di sviluppo, soprattutto internazionale.

Il management team è composto da Alessandro Binello, David Pambianco, Walter Ricciotti, Alessio Candi e Mauro Grange.

La gestione del fondo fa leva sulla grande conoscenza di Pambianco dei settori interessati, e sulla lunga esperienza dei partner Binello e Ricciotti nel private equity.

Il fondo sarà dotato di risorse per circa 200 milioni di euro, con investitori costituiti principalmente da enti previdenziali, fondi pensione, fondi di fondi e family office italiani ed internazionali.

“Per l’attività di analisi e consulenza della nostra società, Pambianco strategie d’impresa, ogni anno incontriamo centinaia di aziende – ha sottolineato David Pambianco – andiamo a ogni fiera di settore ed esaminiamo oltre 1.500 bilanci. Fino a oggi abbiamo agito da intermediari con il mondo della finanza e dell’industria. Ora abbiamo finalmente un ruolo più attivo, possiamo fare la differenza”.
120% lino è riconosciuto come leader di mercato nell’abbigliamento in lino e altre fibre naturali di alta qualità. Ad oggi l’azienda può contare su 7 monomarca distribuiti fra Milano e il sud della Florida, in particolare nell’area di Miami. Il giro d’affari del brand nel 2017 si è attestato sui 12 milioni di euro di ricavi, in crescita dell’11% sull’esercizio precedente, di cui il 40% sviluppato in Usa, e ha registrato un ebitda pari al 18 per cento. L’obiettivo con l’ingresso di Made in Italy Fund è di triplicare il fatturato nel giro di 4 anni.

In prospettiva, “stiamo analizzando molti dossier – ha proseguito Pambianco – potremmo quasi dire che c’è l’imbarazzo della scelta. All’inizio del 2019 annunceremo una seconda operazione, siamo interessati anche al segmento del retail”.

Made in Italy Fund per l’operazione si è avvalso del supporto degli studi legali Pedersoli (Avv. Ascanio Cibrario, Luca Rossi Provesi, Edoardo Augusto Bononi, Italia) e Pavia & Harcourt (Avv. Mario Gazzola, USA) e della consulenza finanziaria e fiscale di EY (Dott. Marco Ginnasi, finanziaria e Dott. Quirino Walter Imbimbo, fiscale), mentre Palladium Moda si è avvalsa del supporto di Cremonini & Associati (Dott. Mauro Cremonini) e della consulenza legale degli studi Studio Legale Cugini (Avv. Gianvirgilio Cugini) e Cartwright Pescatore (Avv Giacomo Pescatore).

Fonte: Pambianco News