Quadrivio cede i tessuti non-tessuti di Pantex alla brasiliana Fitesa

Quadrivio Capital sgr ha ceduto Pantex International, che progetta e produce tessuti non tessuti e film forati per assorbenti, pannolini e materiali sanitari e per la pulizia industriale, al gruppo brasiliano Fitesa specializzato in componenti nonwoven (non-tessuto) per prodotti per l’igiene personale, quali pannolini, assorbenti femminili e prodotti per adulti, e per i settori medicale, agricolo e industriale (scarica qui il comunicato stampa). Fitesa è controllata dalla holding di investimento Evora sa, quotata alla Borsa di San Paolo. L’operazione era stata anticipata da MF Milano Finanza lo scorso 30 dicembre.

Il fondo Q2 di Quadrivio sgr aveva acquisito il 99% del capitale di Pantex nel gennaio 2015, rilevandolo da Bormioli Rocco, a sua volta controllata da Vision Capital (si veda altro articolo di BeBeez). L’operazione consente di realizzare un ritorno sul capitale investito di circa 2,3 volte in soli 24 mesi con un Irr lordo di oltre il 50%. Alessandro Binello, presidente di Quadrivio sgr, ha precisato che “l’exit di Pantex rappresenta la settima cessione realizzata dal fondo Quadrivio Q2 che è partito nel 2010 e dopo tale vendita distribuiremo ai nostri investitori 1,5 volte il capitale richiamato a oggi dopo sei anni”. Quadrivio è attualmente in raccolta per il Quadrivio Private Equity Fund 3 con un target a 250 milioni, di cui già 160 milioni raccolti. Il fondo ha già realizzato due investimenti (Fine PCB e Farmol).

Pantex International, con sede a Sulmona (L’Aquila), ha come clienti i principali produttori di prodotti igienici e di personal care, in particolare multinazionali produttrici di articoli branded e/o private label e negli ultimi 24 mesi ha registrato un incremento delle vendite di circa il 60% con un fatturato attorno a 70 milioni di euro e una crescita dell’ebitda di circa il 30%.

Pantex ha chiuso il 2015 con ricavi consolidati per 62,5 milioni di euro (da 43,7 milioni nel 2014), une ebitda di 8,6 milioni (da 6,9 milioni) e un debito finanziario netto di 17,4 milioni (da una posizione finazniria netta positiva per 4,5 milioni) (si veda qui l’analisi di Leanus, dopo essersi registrati gratuitamente).

L’obiettivo dell’investimento di Quadrivio era di supportare la partecipata nel rafforzare la sua presenza nei mercati esteri, in particolare negli Stati Uniti, mercato rilevante per i prodotti igienici e di personal care, caratterizzato da un numero limitato di produttori. Anche grazie all’attività svolta da Quadrivio, nel marzo 2015 è stata avviata l’installazione nel Sud Carolina di tre linee per la produzione di top sheet, iniziata poi nei primi mesi dell’anno seguente.

Quadrivio sgr nell’operazione è stata assistita da Legance sul piano legale, mentre Fitesa è stata assistita dai legali di Baker & McKenzie e da Kpmg come advisor finanziario.

Fonte: Bebeez.it

Leggi l’articolo

D-Orbit, la startup italiana operante nel settore spaziale in particolare nell’ambito del recupero di satelliti spaziali (decommissioning), annuncia il closing di un nuovo round di investimento. Nessuna disclosure sulle cifre. – See more at: http://it.startupbusiness.it/news/d-orbit-startup-spaziale-chiude-un-nuovo-round-con-quadrivio-capital-e-como-venture#sthash.YtFf90YH.dp