Quadrivio e Pambianco acquistano il 60% dei dermocosmetici di alta gamma Rougj. Exit per il fondo di private debt di RiverRock

Made in Italy Fund, fondo di private equity gestito da Quadrivio sgr e Pambianco, ha acquisito il 60% del produttore italiano di dermocosmetici di alta gamma Rougj (si veda qui il comunicato stampa).

A vendere sono stati gli imprenditori Antonio Pirillo, Marco GiraldiAlessandro Fier ed Ettore Favia. I primi tre resteranno con una quota significativa della società, mentre il terzo la lascerà.

Contestualmente, è stato rimborsato RiverRock, che tramite il suo fondo RiverRock Italian Hybrid Capital Fund nel novembre 2017 aveva finanziato il management buy-in di Rougj (si veda altro articolo di BeBeez). Il closing dell’operazione è previsto entro fine anno. Per gli aspetti legali, Quadrivio & Pambianco è stata assistita dallo studio Legance. Lato Rougj l’operazione è stata seguita da DLA Piper Global Law. Per Quadrivio e Pambianco, la due diligence contabile e fiscale è stata realizzata da EY.

Made in Italy Fund è entrato nel capitale di Rougj con un investimento misto tra acquisto azioni e aumento di capitale. L’operazione ha lo scopo di: sostenere ulteriormente lo sviluppo di Rougj a livello internazionale, attraverso la penetrazione di mercati strategici come Germania, UK e Cina; supportare una strategia di marketing mirata, con focus digitale, che promuova il marchio e il suo aggiornamento, posizionandolo di nuovo nel mercato di riferimento a un livello ancora più alto rispetto a quello attuale.

Walter Ricciotti, managing partner di Quadrivio & Pambianco, ha commentato: “Attraverso il nostro investimento intendiamo supportare l’azienda e gli imprenditori nel perseguire la propria strategia di sviluppo, rafforzando la presenza internazionale della società e promuovendo ancor più il brand nell’ambito del canale farmacia”. “Portare Rougj trai i grandi marchi della cosmesi nell’ambito del canale farmacia: questa è la nostra ambizione”, ha confermato Antonio Pirillo, amministratore delegato di Rougj.

Fondata a Trieste nel 1987, Rougj si occupa da oltre 30 anni di prodotti cosmetici, proponendo: trattamenti viso e corpo, capelli, trucco e prodotti solari. Ne novembre 2017 la bolognese Maeco Group srl ha comprato una quota di maggioranza nel capitale di Alman Group srl e LAB srl, titolari del marchio Rougj. Marco Giraldi, tra gli ideatori del marchio Rougj, è rimasto socio di minoranza in un’ottica di continuità, insieme al nuovo team manageriale di Maeco, rafforzatosi con l’ingresso di Antonio Pirillo ed Ettore Favia. L’operazione fu finanziata come detto da RiverRock Italian Hybrid Capital Fund (si veda altro articolo di BeBeez).

Da allora, i dipendenti sono saliti da 28 a 45 e l’azienda cambiato il modello di go-to market passando a una distribuzione diretta dei propri prodotti a tutto il mercato delle farmacie italiane. Rougj chiuderà il 2019 con un fatturato superiore ai 15 milioni di euro, di cui l’80 % realizzato in Italia, grazie a una presenza consolidata nel canale farmacia e a una distribuzione capillare sul territorio. Il restante 20 % proviene dai mercati esteri, principalmente Francia e Spagna. L’ebitda è superiore a 3 milioni di euro.

Made in Italy Fund è il veicolo creato e gestito da Binello, Ricciotti e David Pambianco, che investe in pmi italiane operanti nei settori moda, agroalimentare, design e bellezza. Lo scorso ottobre il fondo ha comprato il 52% di Mohdz, specializzata nella vendita e nella distribuzione online di arredamento di alta gamma. nell’ottobre 2019 (si veda altro articolo di BeBeez) e nello stesso mese ha investito anche nel settore agroalimentare, rilevando l’80% dell’azienda italiana del settore vitivinicolo Prosit (si veda altro articolo di BeBeez). Nell’ottobre 2018 il fondo aveva invece acquisito la maggioranza di 120% Lino  (si veda altro articolo di BeBeez).

Fonte: bebeez.it